Archivi del mese: luglio 2007

Le “stronzate” altrui

BerlusconiCaro Presidente Berlusconi,
mi rivolgo alla sua nobilissima persona per capire se, ultimamente, il suo curatore d’immagine nonchè stratega e consigliere Paolo Bonaiuti, le abbia suggerito di avere una maggiore vena autoironica.
Anche perchè non si spiegherebbe altrimenti la sua frase, riferita al faccia a faccia del Marzo 2006, prima delle elezioni politiche, detta durante un convegno alla Nuova Fiera di Milano: “Volevo andare in televisione a raccontare cosa aveva fatto il nostro governo, ma ci sono andato solo due volte e sempre con Prodi, e ho avuto un minuto e mezzo per rispondere alle domande del giornalista e a replicare alle stronzate di Prodi”.
Perchè se dovessimo contare tutte le sue stronzate, decuplicheremmo, anzi centuplicheremo o meglio moltiplicheremo all’ennesima potenza tutti i trofei, Mitropa compresa, vinti dal Milan.
Come non ricordare la citazione su “Romolo e Remolo”, le avances alla presidentessa finlandese, o quando asserଠche non avrebbe mai più preso un caffè con Bossi, le corna nella foto di gruppo durante il vertice UE del 2002, “Nesta, se pò minga”, “Alzeremo le pensioni e taglieremo le tasse” quando in realtà la frase, quella si veritiera, “non ce la facciamo ad arrivare a fine mese”, ricorre, sempre più spesso dal 2001 in poi, per non parlare di fantomatiche statistiche sulla Legge Biagi che avrebbe favorito contratti a tempo indeterminato, quando invece si è alzato a dismisura, persino nello Stato e nei vostri portaborse, quello dei co.co.pro.
Mi fermo qui, sono un umile cittadino, un blogger squattrinato, un impiegatuccio di quart’ordine relegato in una sala server a soddisfare le isterie di qualche dipendente pubblico.
Ma, ahimè, carissimo Presidente, le “stronzate” le so distinguere ancora, e le sue sono davvero clamorose e dannose per questo paese.

Cordiali Saluti.
Fausto Mamberti
Cittadino italiano.